Insetticida per scarafaggi

In Igiene
27 agosto, 2013

Gli scarafaggi sono ospiti indesiderati delle nostre case, che spesso fanno sussultare d’orrore alla vista e che il debellare non sempre si rivela un’operazione semplice. In questa guida dedicata all’insetticida per scarafaggi scopriremo quali sono le tecniche ed i prodotti più efficaci per combattere questi sgraditi insetti.

Insetticida per scarafaggi

Problema scarafaggi

Gli scarafaggi, conosciuti anche con il nome di blatte, sono sgradevoli insetti che, esistenti in natura da milioni di anni, si sono adattati perfettamente agli ambienti domestici ed al contatto con l’uomo. Essi costituiscono un gruppo di insetti caratterizzato da una notevole variabilità in termini di forma, colore e dimensioni; le loro caratteristiche distintive sono peraltro piuttosto comuni, e rappresentate da un corpo appiattito, di aspetto lucido e dal colore scuro (marrone-nerastro o nero), con lunghe antenne mobili e sei zampe delle quali le posteriori sono spesso ricoperte da una peluria di colore nerastro.

Questi insetti sono attirati da luoghi caldi, umidi e riparati, e non sorprende pertanto che essi prediligano colonizzare le nostre case, cantine ed edifici. Svolgono la loro attività di ricerca di cibo in concomitanza con le ore notturne, trattandosi infatti di insetti che rifiutano la luce solare prediligendo le condizioni di oscurità e fitta penombra.

Gli scarafaggi si cibano di sostanze organiche in decomposizione, detriti, avanzi di cibo e simili fonti di nutrimento, pertanto i luoghi più frequentemente visitati sono rappresentati dalle cucine, ed in particolar modo dalle pattumiere e dal cibo lasciato inavvertitamente alla loro portata sul pavimento (ad esempio, ciotole contenenti cibo per animali) o su tavoli, ripiani e scaffali.

Alcune persone ritengono che, escludendo le sensazioni sgradevoli legate alla loro vista, questi insetti non rappresentino una reale minaccia per l’uomo. Il discorso, in realtà, è molto più serio: gli scarafaggi non sono affatto esseri innocui, poiché vivono in luoghi malsani come fogne, scarichi idrici, discariche, e sono dei veri e propri vettori di germi e batteri che possono entrare in contatto con l’uomo e gli animali domestici e trasmettere loro infezioni e malattie.

Non è da dimenticare, inoltre, che vivono in comunità promiscue e tendono a cibarsi dei propri escrementi, con implicazioni dal punto di vista igienico ragionevolmente preoccupanti. Per questo motivo è consigliabile utilizzare un’insetticida per scarafaggi.

Dove si nascondono

Come accorgersi, dunque, che la nostra dimora è interessata dalla presenza degli scarafaggi? Una semplicissima tattica, ma molto efficace, è quella di accendere all’improvviso la luce durante le ore notturne o della prima mattina, quando ancora la casa è avvolta dall’oscurità. Compiendo questa operazione soprattutto in bagni, cantine, sgabuzzini e cucine è possibile sorprendere gli scarafaggi mentre si muovono liberi sul pavimento e sui muri, e che all’apparire della luce tendono a sgattaiolare rapidamente in luoghi riparati come, ad esempio, negli anfratti dei muri e al di sotto di mobili ed elettrodomestici. Se ciò accade, significa che una colonizzazione da parte di questi sgraditi insetti è già in atto, ed è a questo punto necessario agire tempestivamente con prodotti insetticidi ed esche avvelenate per rimuovere questa minaccia.

Spesso un campanello d’allarme rivelatore della loro presenza negli ambienti domestici è rappresentato da un odore piuttosto forte e sgradevole che questi insetti portano con sé, e che tende a insediarsi in modo persistente nei luoghi che fanno loro da tana e più frequentemente visitano durante le loro incursioni notturne.

Tendenzialmente non sono animali gregari, ma conducono una vita piuttosto indipendente; spesso, di conseguenza, individuare con esattezza il luogo in cui hanno insediato la loro tana non è un compito semplice. Per questo, è necessario controllare periodicamente tutti quei luoghi poco accessibili che potenzialmente li potrebbero ospitare. Partendo, innanzitutto, dalla cucina: è bene controllare le zone adiacenti gli scarichi ed i sifoni dei lavandini, le aree retrostanti al forno o al frigorifero, gli armadietti dove vengono conservati cibi e bevande e le eventuali discontinuità in muri e pavimenti. Gli scarafaggi sono insetti che amano il tepore, perciò è necessario ispezionare anche le zone vicine a caloriferi e stufe; da non dimenticare sono gli angoli nascosti della cantina e del bagno di casa.

Tipologie

L’insetticida per scarafaggi è un composto di natura chimica che viene impiegato allo scopo di allontanare o eliminare questi sgraditi insetti che frequentemente colonizzano gli ambienti domestici. La maggior parte dei prodotti insetticidi disponibile in commercio agisce in modo istantaneo poiché va a colpire il sistema nervoso di questi insetti, causandone prima di tutto la paralisi e, dopo poco tempo, la morte. Esistono prodotti destinati all’uso professionale, che in genere non sono accessibili al consumatore non esperto poiché estremamente concentrati e pericolosi, ma anche prodotti per uso domestico ritenuti più sicuri.

Gli insetticidi per uso domestico sono solitamente disponibili in formulazioni come bombolette spray, schiume, polveri, gel ed esche velenose. Senza dubbio, le tipologie più utilizzate per via della loro praticità sono rappresentate dalle schiume e dagli spray. Questi formulati sono in genere contenuti in bombolette sotto pressione, che consentono di spruzzare il prodotto che lascia una traccia di sé per qualche tempo, per poi diventare invisibile e continuare a svolgere il suo effetto velenoso (schiume) oppure si tratta di prodotti non visibili, che comunque fungono da barriera nei confronti degli scarafaggi (spray). In genere la durata dell’effetto di schiume e spray è di pochi giorni.

Le polveri insetticide contro gli scarafaggi sono una tipologia di prodotto ad azione più mirata, poiché questi formulati rimangono a lungo sulle superfici dopo il loro utilizzo. A scopi precauzionali e per diminuire le possibilità di contatto con animali domestici o, peggio, coi bambini, si consiglia di utilizzare le polveri esclusivamente in magazzini o cantine isolati dagli ambienti domestici.

Le esche per scarafaggi sono prodotti efficaci e più sicuri, poiché contenute in genere all’interno di piccoli contenitori di plastica che quindi non possono essere inavvertitamente ingerite da bambini o animali domestici. Queste esche hanno un odore che richiama gli scarafaggi, e sono particolarmente appetibili con il risultato che l’animale che se ne ciba risulta in breve esserne avvelenato, e talvolta muore sul posto nell’atto di cibarsi. Le esche sono particolarmente indicate qualora non fosse possibile utilizzare spray o schiume per via della presenza di materiale elettrico o superfici che si possono rovinare.

Come usare l’insetticida

Trattandosi di prodotti tossici e velenosi è bene ricordare che la manipolazione e l’utilizzo di un’insetticida per scarafaggi deve sempre svolgersi con la massima attenzione al fine di prevenire qualsiasi conseguenza negativa sia per le persone che per gli animali domestici come, ad esempio, cani e gatti che inavvertitamente possono entrarvi in contatto. Nonostante gli insetticidi siano specificamente formulati per agire contro questo target di invertebrati, infatti, le conseguenze derivanti dal contatto o, peggio, dall’ingestione di queste sostanze possono causare seri danni anche ad organismi superiori.

Fra gli effetti dannosi legati all’utilizzazione non corretta dei prodotti contro gli scarafaggi possono manifestarsi ad esempio forti mal di testa, difficoltà respiratorie, nausea, vomito e, in qualche raro caso, anche disturbi di natura gastrointestinale più o meno gravi. Qualora in seguito all’utilizzo di questi prodotti chimici si dovesse manifestare anche solo uno di questi sintomi, è bene allontanarsi immediatamente dalla fonte tossica e rivolgersi ad un medico o al pronto soccorso, possibilmente recando con sé la confezione integra del prodotto in modo tale che il personale sanitario sia in grado di risalire alla (o alle) sostanze tossiche impiegate e dunque intervenire in modo appropriato.

Per prevenire qualsiasi rischio legato all’intossicazione, è raccomandabile utilizzare l’insetticida lontano dalla presenza di bambini ed animali domestici, nonché di cibi e bevande. Questi prodotti vanno maneggiati con estrema cura, evitando di appoggiarli negli stessi posti dove usualmente si collocano gli alimenti, e conservandoli ben chiusi in armadietti separati e non accessibili ai bambini.

Gli insetticidi disponibili sul mercato presentano una diversa efficacia a seconda della tipologia di superfici sulle quali vengono impiegati. Le superfici porose come ad esempio i pavimenti in cemento ne riducono l’efficacia poiché tendono ad assorbire il prodotto, mentre in caso di coperture di piastrelle il prodotto agisce più a lungo e con maggiore effetto.

Marche

Gli insetticidi possono essere comunemente acquistati presso i supermercati della grande distribuzione, i negozi di giardinaggio e di prodotti per il fai da te, ed i punti vendita specializzati. Prima di effettuare un acquisto, se possibile, è sempre meglio farsi consigliare dal personale competente allo scopo di individuare quale è l’insetticida più indicato a seconda delle proprie esigenze.

L’acquisto può anche essere effettuato su internet, dal momento che esistono siti specializzati che in genere permettono di risparmiare sui costi, ed offrono un comodi servizio di consegna a domicilio. Ecco riportati di seguito alcuni dei principali produttori di insetticidi per scarafaggi.

La Bayer Garden è una divisione della Bayer AG, storica azienda e casa farmaceutica tedesca che possiede sedi distaccate in tutto il mondo. Commercializza un’ampia gamma di prodotti per la lotta agli scarafaggi come ad esempio spray, gel, polveri insetticide, insetticidi concentrati e pratiche siringhe monodose.

Poi troviamo Raid, marchio di proprietà della SC Johnson, multinazionale chimica fondata nel 1866 e dal 1960 operativa anche in Italia. Sotto questo marchio sono commercializzati insetticidi ad ampio spettro, ed in particolare nel caso dei prodotti per la lotta agli scarafaggi sono disponibili spray, schiume ed esche avvelenate. Alcuni di questi prodotti sono efficaci anche nei confronti delle formiche.

Infine la I.N.D.I.A., azienda interamente italiana fondata a Padova nel 1932, specializzata nella produzione industriale e nella commercializzazione di prodotti insetticidi, ma anche di disinfettanti ad uso civile e derattizzanti. Presso il sito internet della società è possibile usufruire di un servizio di assistenza tecnica il cui personale qualificato è in grado di rispondere a qualsiasi dubbio e di suggerire quali prodotti utilizzare a seconda dei casi ed che modo ottimizzarne l’efficacia.


FacebookGoogle+TwitterEmail