Misuratore di pressione

In Salute
22 November, 2010

La pressione arteriosa va mantenuta sempre sotto controllo, soprattutto nei soggetti esposti al rischio di ipotensione o ipertensione. Per questo, oltre che rivolgersi al proprio medico, è utile acquistare un misuratore di pressione moderno e affidabile, che potrà tornarvi utile in qualsiasi momento della giornata. Vediamo le tipologie in commercio ed il loro funzionamento.

Un cenno sulla pressione

La pressione arteriosa è quella che viene effettuata dal sangue sulle pareti delle arterie più grandi, e che dà impulso al sangue stesso di scorrere all’interno del sistema cardio- circolatorio.

Poiché il cuore segue un ritmo ciclico, anche la pressione sanguigna è condizionata da tale ritmo, in quanto tenderà ad essere massima nel momento della “sistole” (contrazione), e minima nel momento in cui il cuore, riempito di sangue, si rilascia (“diastole”). La pressione arteriosa si misura in millimetri di mercurio (Hg).

L’ ipertensione si verifica quando i valori equivalgono o sono superiori a 90 mmHg (che rappresenta il valore minimo) e 140 mmHg (che è il valore di massima). Ovviamente tali valori di riferimento cambiano in base all’età del soggetto.

In genere i valori tendono ad aumentare con l’età, e la spiegazione è che le arterie si restringono e non sono più elastiche. Inoltre la pressione sanguigna può essere diversa anche a seconda del sesso (in genere agli uomini è più alta che alle donne), e del momento della giornata in cui si va a misurare.

La pressione bassa invece implica un abbassamento di tali valori minimi e massimi, e viene denominata “ipotensione”. Se si tratta di ipertensione o ipotensione lievi, oppure di episodi saltuari, non è necessario ricorrere ai farmaci, ma basta cambiare le abitudini di vita che non sono corrette.

E quindi, per esempio, eliminare il fumo, fare attività fisica almeno due volte alla settimana, prestare attenzione a quello che si mangia, gestire le emozioni troppo intense (sia nel bene che nel male).

Normalmente i centri del sistema nervoso e alcuni ormoni provvedono a mantenere la pressione del sangue su determinati livelli. Ma i valori della pressione possono essere condizionati anche da fattori esterni, che alterano il pompaggio normale del sangue (per esempio l’insorgere di una malattia cardiaca, oppure forti condizioni di stress).

Comunque la pressione sanguigna rappresenta un indice importante del benessere del nostro organismo, come tale non andrebbe mai trascurata.

Come misurare

E’ importante monitorare costantemente i valori della pressione. La maggior parte degli ipertesi ha dichiarato di non essersene mai accorto, anche dopo molti anni. Ma non accusare i sintomi non significa che la cosa non possa avere conseguenze dannose.

Se trascurata, l’ipertensione può portare anche infarti ed ictus improvvisi e fatali. L’unico modo per scoprire (e tenere a bada) l’ipertensione è controllarsi periodicamente. Inoltre, siccome la pressione oscilla parecchio, è bene mettere a confronto le varie misurazioni effettuate durante la giornata.

Per misurare la pressione ci vengono in aiuto appositi strumenti, che oggi sono diventati sempre più facili da usare e affidabili nelle rilevazioni.

Lo sfigmomanometro manuale è costituito da un manico in gomma che si avvolge attorno al braccio sinistro (precisamente sulla parte superiore di esso), e che si collega sia al dispositivo che rileva la pressione, sia al fonendoscopio, che è il dispositivo che consente l’auscultazione.

Inoltre c’è una colonnina di mercurio sul quale è possibile leggere i valori della pressione. Con una pompetta in gomma il manico si gonfia, fino a quando il sangue non riesce più a passare nei vasi sanguigni e quindi non si avverte alcuna pulsazione. Solo a questo punto si può allentare la pompetta e lasciare rifluire l’aria nel dispositivo.

Nello stesso tempo il fonendoscopio viene situato su una arteria del gomito. Successivamente il primo nuovo battito che si avverte dopo il rilascio dell’aria sta ad indicare il valore massimo della pressione in quel determinato momento. Si lascia gonfiare di nuovo il manico, e il successivo valore indicherà la pressione minima.

La differenza tra questi due valori viene chiamata “differenziale”. La misurazione della pressione con questo strumento si basa sulla precisione e sulla sensibilità di chi la effettua.

Ciò non toglie che si può imparare anche ad auto ascoltarsi e quindi a misurare la pressione senza ricorrere al medico, quando ci si accorge dei sintomi che lasciano pensare a qualche disturbo legato alla pressione.

Accorgimenti per non sbagliare

Affinchè la misurazione della pressione sia il più possibile corretta e attendibile, è necessario seguire alcuni semplici accorgimenti.

  1. Prima di misurare la pressione, è sempre consigliabile urinare (se se ne avverte lo stimolo);
  2. non procedere alla misurazione subito dopo aver consumato un pranzo o la cena, e neppure dopo uno sforzo fisico;
  3. far passare almeno un’ora dall’assunzione di cibo o tè, caffè e altre bevande eccitanti ed energizzanti;
  4. prima del controllo, è preferibile restare rilassati e seduti per qualche minuto, in un posto che sia confortevole e silenzioso, avendo cura di indossare vestiti comodi e che non stringano;
  5. è meglio controllare la pressione sempre sullo stesso braccio, e se possibile alla stessa ora;
  6. per una corretta misurazione, bisogna sedersi e appoggiare il braccio ad un piano. Durante l’operazione di controllo è bene non parlare e stare il più possibile tranquilli;
  7. se il soggetto ha le braccia molto robuste, o viceversa alquanto magre, è consigliabile optare per maniche più ampie o più piccole. Le dimensioni sono importanti, poiché consentono una rilevazione corretta;
  8. se avete qualche problema legato alla pressione arteriosa, prendete l’abitudine di segnare su un diario i valori rilevati durante le misurazioni. Ricordate che tra una misurazione e l’altra devono trascorrere almeno due minuti. Questo vi consentirà di monitorare la vostra pressione, individuando i periodi e le ore della giornata in cui si registrano picchi (in un senso o nell’altro);
  9. mi raccomando a non stringere troppo il manico durante la misurazione, poiché questo potrebbe alterarne i valori e pregiudicarne anche il funzionamento!
  10. Alcune persone sono sensibili all’effetto “camice bianco”, ovvero hanno reazione emotiva di fronte alla rilevazione della pressione da parte del medico. Anche questo può essere causa di alterazione della pressione arteriosa, e quindi è bene che il controllo venga ripetuto più volte. Se il problema persiste, è bene che il soggetto in questione impari l’auto misurazione.

Manutenzione

Il misuratore per la pressione è un apparecchio abbastanza delicato, e per durare nel tempo senza subire danni è necessario che sia correttamente usato e conservato. Eccovi di seguito qualche consiglio per mantenere il dispositivo intatto e perfettamente funzionante nel tempo.

  1. E’ consigliabile tenere lontano il misuratore di pressione da fonti di calore, polvere e umidità;
  2. non lasciate l’apparecchio esposto ai raggi solari, ed evitate gli sbalzi di temperatura nell’ambiente in cui viene conservato;
  3. preservate l’apparecchio da urti e cadute, quindi assolutamente lontano da bambini;
  4. provvedete a pulire spesso il dispositivo, con un panno asciutto ed impermeabile;
  5. per conservare in maniera ottimale il dispositivo, prelevate le batterie dall’interno, e abbiate cura di non avvolgere troppo su se stesso il tubo di gomma;
  6. non applicate sul dispositivo detergenti che possano essere abrasivi o corrosivi;
  7. se l’apparecchio mostra dei problemi, non smontatelo da soli, e non modificate il suo funzionamento;
  8. ogni due anni circa è bene sottoporre al controllo del produttore o ad un’azienda specializzata del settore il misuratore di pressione;
  9. non premete a lungo il tasto Start/ Power mentre si effettua la misurazione;
  10. attenzione a non lasciare entrare liquidi nel tubo dell’aria;
  11. siate abbastanza delicati nel procedere alla pulizia del dispositivo, senza eccedere nello strofinare;
  12. provvedete a sostituire subito le pile scariche, ve ne accorgerete perché vi apparirà un simbolo di avviso sul display;
  13. controllate periodicamente e in maniera accurata il bracciale, perché potrebbe assorbire facilmente sudore o acqua e lo sporco. Non mettetelo in lavatrice, e non sfregatelo troppo;
  14. se vedete sul display il testo “Error” , verificate che tutto sia svolto regolarmente, ripetendo con calma ogni operazione prevista. Particolare cura dovrà essere prestata ai dispositivi di tipo digitale, che sono molto più delicati e possono danneggiarsi facilmente.

Produttori di misuratori

Vi segnaliamo la marca di alcuni misuratori di pressione, se siete interessati ad acquistarne uno. Cominciamo dalla ditta tedesca “Braun”, che è stata fondata in Germania nel 1921. Insieme a prodotti innovativi e tecnologicamente avanzati come depilatori, termometri, rasoi elettrici, produce e vende anche dispositivi digitali per misurare la pressione.

La ditta “Artsana S.p.A” è specializzata nella produzione di articoli per la cura della persona, o “health care”. Questa azienda di Como collabora con le Università più famose per progetti di ricerca e sperimentazione in questo campo.

L’azienda italiana “Laica”, che la sede in provincia di Vicenza, è specializzata nell’ambito del “body care”, e quindi anche nei prodotti elettromedicali, come sfigmomanometri, sia manuali che digitali.

La ditta “Joy care” è piuttosto giovane, perché si è costituita nel 1999. Negli ultimi anni si sta affermando parecchio nel campo della cura alla persona, proponendo articoli adatti a tutta al famiglia, e quindi molto affidabili. Tra questi, ci sono anche i misuratori di pressione.

La “Gima” è una società italiana con molti anni di esperienza in ambito medicale. I suoi prodotti sono all’avanguardia e tecnicamente perfetti. Sul sito potete consultare un’ampia gamma diversificata di articoli, tra cui i misuratori per la pressione. La ditta “Ardes” produce e commercializza articoli medicali e farmaceutici.

Di questa marca è possibile trovare misuratori di pressione a prezzi interessanti. Anche il marchio “Omron”, abbastanza conosciuto, propone articoli affidabili a prezzi contenuti. Sul sito potete comparare caratteristiche e prezzi dei singoli prodotti.

Per l’auto misurazione è consigliabile un apparecchio affidabile, ma oggi la tecnologia ci propone di continuo modelli sempre più avanzati. Esistono misuratori digitali che garantiscono un’efficacia e una precisione che sfiorano il 100%.

Acquistare un dispositivo per la pressione

Se vi recate spesso dal medico, tale acquisto potrebbe essere superfluo. Diversamente sarà utile ricorrere a frequenti misurazioni della pressione se siete tendenzialmente ipertesi o ipotesi.

In questi casi vi consiglio di acquistare un dispositivo digitale, dotato di un pratico monitor, sul quale viene di volta in volta segnalata la relativa misurazione. Potete trovare il misuratore digitale in qualsiasi punto vendita di prodotti hi-tech e le grandi catene come Trony, Unieuro, MediaWorld. E’ disponibile anche nelle sanitarie e nelle farmacie più fornite.

Il misuratore digitale è molto facile da usare, è in garanzia, può essere utilizzato in qualsiasi momento vi serva. Se avete qualche dubbio circa il suo funzionamento, potete consultare il libretto di istruzioni, per evitare di commettere qualche errore.

Nei misuratori digitali il manico si collega ad un monitor, il gonfiaggio è automatico, la rilevazione è attendibile, precisa e veloce. Basta premere il tasto On/ Start e si attiva in maniera automatica. Tali dispositivi sono però adatti per persone adulte, che abbiano almeno 15 anni.

Inoltre ogni apparecchio di questo tipo possiede una memoria che consente di archiviare i dati delle rilevazioni, in modo che possano essere confrontati tra di loro. Si utilizza il metodo oscillo metrico. Da qualche anno sono in commercio misuratori che rilevano la pressione attraverso un bracciale che si colloca ad altezza del polso.

Quindi si solleva l’avambraccio, e si pone il dispositivo al livello del cuore. Se non vengono osservate queste precise indicazioni, c’è il rischio che la rilevazione non risulti esatta. Ci sono anche apparecchi elettronici che funzionano con la rilevazione nel dito indice, ma non sono molto affidabili, e quindi ne sconsiglio l’acquisto.

Tra le altre cose, valutate che l’apparecchio acquistato sia conforme alle direttive UE in materia. Questo elemento è un ulteriore garanzia di affidabilità di cui è bene tener conto.


FacebookGoogle+TwitterEmail