Assicurazione cane

Il cane è il miglior amico dell’uomo. Come tale va tutelato da eventuali incidenti o situazioni poco piacevoli che possano capitargli. Anche noi padroncini dovremmo avere le giuste garanzie, per quello che il nostro affezionato cane potrebbe combinare senza volerlo! Da qualche tempo le compagnie di assicurazioni stanno promuovendo una serie di polizze “ad hoc” per i nostri amici a quattro zampe. Vediamo come funzionano.

Assicurazione cane

Perché assicurare il cane

Esiste un’ordinanza del Ministro della Sanità, emanata nel 2003, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 212. Se la sfogliamo troviamo un elenco di razze canine che, essendo particolarmente aggressive, devono essere assicurate per i danni che eventualmente possono arrecare alle persone. E se non si ottempera questa prescrizione, ci si becca l’ammenda pari a 260 euro, oppure scatta l’arresto pari a tre mesi.

L’ordinanza parla di cani “aggressivi” ( e l’elenco comprende specie di cani molto diverse tra loro, anche generalmente considerate docili e non pericolose), ma è ovvio che potremmo pensare di stipulare una polizza assicurativa di questo tipo anche se il nostro cane è solo leggermente “vivace” e giocherellone.

L’assicurazione tutela il nostro cane anche nel caso in cui venga accidentalmente investito da un’auto, e tutela naturalmente anche le eventuali conseguenze gravi che possano derivare all’investitore. La polizza ci protegge dalle conseguenze di tipo legale che, in quanto padroni del cane, potremmo dover sopportare.

Stipulare una polizza per il cane può essere utile anche per sostenere spese per interventi chirurgici, per riabilitazioni, per quel che concerne la sua educazione, e altro.

Ma quali sono i cani che l’ordinanza definisce aggressivi? L’ordinanza ha compreso nell’elenco alcune razze di cani tendenzialmente pericolose per la loro indole aggressiva. Ma è ovvio che molto dipende anche da come il cane è stato educato dal suo padrone. Ci sono razze che, se addestrate a combattere, sviluppano un’aggressività tale da uccidere un altro cane durante la lotta, e quindi diventano pericolose per chiunque. Il fenomeno vergognoso dei cani addestrati per i combattimenti è una triste realtà, che rende l’uomo simile alle bestie di peggior specie.

L’elenco raggruppa le razze principali in:

  • Schnauzer;
  • Mastino (Alano, Rottweiler, Boxer, Bulldog, Dogo Argentino);
  • Pinscher (Pinscher, Doberman, ecc.);
  • Dogo ( Cane Giapponese);
  • Cani pastore (Catalano, Belga,Bergamasco, Tedesco);
  • Cani Bovari ( delle Ardenne, delle Fiandre, tranne quelli svizzeri).

Visto i rischi maggiori che tali razze comportano, la polizza di assicurazione su di esse costa un po’ di più. Questo non deve farci desistere dall’acquistare un cane di una di tali razze, solo che dobbiamo prepararci ad essere un po’ più prudenti quando siamo in giro con lui!

Si è stimato che nel nostro Paese i cani siano circa 7 milioni (di 330 razze diverse), e quelli considerati “pericolosi” sarebbero meno di 20 mila esemplari.

Quale polizza scegliere

Per chi possiede un cane la cui razza rientra tra quelle comprese nell’elenco dell’ordinanza, vige l’obbligo di stipulare la polizza assicurativa, mentre per gli altri è facoltativa. Ricordiamo inoltre che possiamo ottenere una detrazione dalle tasse pari a 258 euro per tutte le spese sostenute per curare il nostro migliore amico. Una ragione in più per coprire con una polizza assicurativa qualsiasi imprevisto che possa capitare a noi e al nostro cane!

Inoltre esiste un articolo del codice civile (art. 2052) che stabilisce la responsabilità di chi ha in custodia l’animale, relativamente ai danni da esso cagionati, se si trova sotto la sua custodia, o se si verifica mentre l’animale è fuggito o si smarrisce. Parecchie compagnie di assicurazione propongono questo tipo di polizza. Vediamo quali sono e le condizioni di stipula del contratto.

Anche se l’offerta è parecchio differenziata, la copertura di base è simile tra una compagnia assicurativa e l’altra. Il consiglio è comunque quello di stipulare l’assicurazione anche se il nostro cane è di piccola taglia, visto che possiamo contare su offerte economiche vantaggiose. Godremo con più tranquillità dei momenti trascorsi con il nostro piccolo/ grande amico! Oltre alle assicurazioni “tradizionali”, possiamo scegliere un’assicurazione on-line come la “Broker Online”.

La polizza assicurativa è abbastanza vantaggiosa, e copre incidenti ed imprevisti che possono capitare al cane durante la sua vita. Vengono coperte le spese per le cure veterinarie in caso di malattia ed infortunio, visite, ricoveri, e spese di pensione e custodia per chi stipula la polizza o anche un suo familiare. Unica condizione: deve aver compiuto almeno 6 mesi e non aver superato gli otto anni di vita. La somma prevista è di 2.100.000 euro. Per quanto concerne le spese legali e giudiziarie, si prevede un limite massimo pari a 7.800 euro nel caso di incidenti.

Possiamo rivolgerci anche alle Poste Italiane per assicurare il nostro cane. La polizza di “Poste Italiane” è adatta ai cani le cui razze sono ricomprese nell’elenco dell’ordinanza. E’ abbastanza generica, e servirà a coprire anche i rischi che potremmo correre noi in quanto padroni del cane.

La spesa prevista è contenuta, solo 4,33 euro al mese. Il tetto assicurativo previsto è di 500.000 euro. Se ci rivolgiamo a qualsiasi sportello di “Poste Italiane” il personale sicuramente ci fornirà ulteriori dettagli in merito. Per stipulare la polizza presso le Poste bisogna essere titolare di un conto Banco Posta presso una qualsiasi filiale.

Compagnie assicurative

Facciamo una carrellata delle principali compagnie assicurative che stipulano polizze di questo tipo.

La Ras promuove una polizza chiamata “Operazione Cane & Gatto”, che è particolarmente vantaggiosa per i nostri animali domestici. E’ prevista una copertura per i piccoli imprevisti (per esempio un graffio), ed incidenti più gravi nei confronti di terzi, da parte dei nostri amici a quattro zampe. Tutte le spese veterinarie vengono rimborsate. I clienti Ras possono usufruire di un’assistenza 24 ore su 24.

E’ infatti attivo un numero verde cui chiamare per ricevere informazioni di ogni genere riguardante gli animali, per esempio gli alberghi e le strutture turistiche che li ospitano senza problemi, negozi specifici. Se si verifica un infortunio durante le ore notturne è previsto il trasporto presso l’ambulatorio veterinario e il rimborso (massimo 120 euro) per l’eventuale visita successiva. E’ inoltre garantita l’assistenza gratuita in tutti i Paesi dell’Unione Europea. La polizza può estendersi anche ad altre eventuali persone che si prendono cura del nostro amico.

L’Ina Assitalia ha lanciato due polizze adatte per i cani. Si chiamano “Amico Fedele” e “Qua la zampa”. La prima assicura il nostro amico nel caso di responsabilità civile, spese veterinarie e nel caso di morte. Non vengono però assicurate quelle malattie che possono provenire dall’uso di vaccini, e quegli incidenti provocati da attività agonistiche o venatorie. Vengono esclusi dalla copertura assicurativa anche gli interventi di natura estetica, come il taglio delle orecchie, oppure la gravidanza.

“Qua la zampa” è una polizza specifica per gli infortuni che possono capitare agli animali che vivono con noi in casa (quindi anche i gatti, per esempio). Questa polizza copre tutte le spese che derivano da incidenti, infortuni, interventi chirurgici. Il cane deve avere almeno 6 mesi, ma non più di 10 anni. Dopo i dieci anni di vita la polizza non può essere rinnovata. Affinchè l’assicurazione sia valida, il cane deve essere in buona salute e ricevere ottime cure dal suo padrone.

Assicurazione sai e lloyd italico

Il Gruppo SAI-Fondiaria ha lanciato una polizza assicurativa per il nostro cane molto vantaggiosa, e nello stesso tempo semplice nella formulazione. Pagando 26 euro per ogni cane saremo assicurati per un anno intero dagli incidenti di cui potrebbe essere responsabile. La polizza può estendersi anche a chi cura il cane solo per un periodo di tempo limitato. Il massimale di copertura ammonta a 750.000 euro. Non vengono comprese le spese di ricovero e quelle veterinarie. Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.polizzadelcane.com.

Il portale Animal Service (che vi consiglio di visitare, poiché è ricco di ogni tipo di informazione sul mondo degli animali domestici) ha stipulato con l’assicurazione SAI una convenzione per i cani che non rientrino tra le razze comprese nell’ordinanza ministeriale.

Lloyd Italico è una compagnia di assicurazioni che dall’ Ottobre 2004 è diventata una Divisione dell’Assicurazione “Toro”. La Llloyd Italico conta di un’esperienza di ottanta anni nel settore assicurativo, e dispone di una distribuzione capillare delle agenzie sull’intero territorio nazionale.

Propone per i cani una delle polizze più complete e vantaggiose presenti sul mercato. Il nome è  “Quattrozampe”, ed è strutturata in modo da soddisfare esigenze diverse, prevedendo anche costi flessibili, a seconda delle circostanze. Quali sono, nel dettaglio, le spese che questa polizza comprende?

Vengono innanzitutto coperte le spese veterinarie per malattia o infortunio; spese per la pensione del padrone, se deve ricoverarsi; viene assicurato al cane alloggio e vitto se il padrone muore prima di lui e gli eredi non vogliono prendere in cura l’animale, e questo fino alla morte oppure fino a che non gli venga trovata una nuova “famiglia” che si prenda cura di lui. Viene tutelata anche la perdita della capacità di riproduzione del cane se avviene a causa di un incidente. Si prevede una apposita tutela giudiziaria e la responsabilità civile del padrone.

Sono coperte anche tutte le spese che occorrono nel caso di smarrimento o furto del nostro amato animale. E quindi costo dei volantini da affiggere, annunci su giornali, spese per spostamenti, ricompense. Anche in questo caso, come abbiamo visto per altre compagnie assicuratrici, è prevista un’assistenza per la clientela, sia on-line che attraverso lo specifico numero verde. Si può chiedere un consulto al medico veterinario, oppure chiedere informazioni sull’addestramento, sui negozi specializzati per animali, e molto altro ancora.

Genialloyd e il gruppo filo diretto

Il gruppo Genialloyd è nato nel 1997, e si è specializzato per la vendita di polizze assicurative via Internet. Sono sempre più numerose le persone che stipulano una polizza in modo più comodo e veloce, chiedendo il preventivo on-line e facendo un confronto tra le varie compagnie assicurative. Questo permette di ridurre i costi e quindi proporre prezzi più competitivi e adatti alle varie esigenze.

Per quanto riguarda la polizza per animali domestici, possiamo consultare il sito www.genialloyd.it , nella sezione “Polizze”, e ciccare sull’opzione “Casa e famiglia”. Questo tipo di polizza prevede una copertura per il contraente, i membri della famiglia e i cani domestici dagli incidenti che possono verificarsi. E’ possibile chiedere il preventivo on-line. E’ sempre comunque utile leggere con attenzione sia le condizioni contrattuali della polizza che andremo a stipulare, che la nota informativa.

Un’altra assicurazione on line che offre un buon servizio è il Gruppo Filo Diretto. Consultando il sito www.filodiretto.it potete rendervi conto delle polizze assicurative presenti, e dei relativi costi. Il gruppo nasce nel 1987, e da allora ha sempre contato su una clientela in rapido aumento. Oggi la compagnia assicurativa ha perfezionato e diversificato ulteriormente le sue proposte, fornendo anche servizi di multiassistenza attivi 24 ore su 24.

Tra le altre, è prevista anche una polizza per cani ed animali domestici. Andate a scoprirla nella sezione del sito intitolata “Polizza Casa, mutuo, capo famiglia”. E’ possibile scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Amica Capital prevede: AMICASA Light, AMICASA, Tutelami (per tutte le questioni relative alla sfera privata). Per ogni tipo di informazione si può contattare il Call Center, ed è prevista anche un’assistenza di tipo internazionale, la cui utilità è indiscussa.

Qualsiasi sia la compagnia cui vi affiderete, è una scelta intelligente quella di tutelare anche il vostro amico animale da eventuali incidenti ed imprevisti che possano capitargli!

Consigli per la cura del cane

La scelta di acquistare un cucciolo deve essere seriamente ponderata. Accogliere un cane in casa significa impegnarsi a prestargli quotidianamente le cure necessarie per farlo crescere sano e tranquillo. Innanzitutto serve affidarsi ad un veterinario, che vi darà subito le prime e basilari informazioni sulle abitudini del cane, sulla sua salute e sui comportamenti.

State quindi attenti a:

  • organizzare una “farmacia” con prodotti di pronto soccorso per il nostro amico quattro zampe;
  • portare spesso il cane a passeggiare all’aria aperta. Questa necessità sarà di sicuro più impellente se il cane è di grossa taglia;
  • curare l’alimentazione e l’igiene;
  • tenere d’occhio i suoi comportamenti per capire il suo stato d’animo. Imparare a conoscere il proprio cane è fondamentale per riconoscere i segnali di salute o malattia.

Se decidiamo di portare il cane con noi in vacanza, assicuriamoci che possa farlo nella più totale sicurezza per noi e per gli altri. Perciò se ci troviamo in treno, nave o in aereo ricordiamoci di mettergli sempre la museruola e pagare il biglietto anche per lui! Prima di arrivare a destinazione, assicuriamoci che la struttura turistica possa ospitarlo. Ci sono hotel e pensioni che permettono il soggiorno ai cani ed altri animali domestici, ed altre che lo vietano categoricamente.

In vacanza ricordiamo di portare medicinali, guinzaglio, museruola, accessori, ciotola per il cibo e per l’acqua, e il libretto sanitario con tutte le informazioni che riguardano il cane. Sul sito www.tuttocani.it troverete tutto ciò che riguarda il mondo dei cani, tra cui le regole giuste per portare Fido in vacanza con noi.

Utili anche le informazioni sulle varie razze canine, gli enti e i gruppi cinofili, i consigli sull’alimentazione e la salute. Si tratta di un sito molto completo, che ogni padrone o aspirante tale dovrebbe conoscere per accogliere al meglio il proprio amico quattro zampe!



Pubblicato da Mario Rastelli il 5 aprile 2013
FacebookGoogle+TwitterEmail