Come costruire barbecue in muratura

Arriva l’estate e non vedete l’ora di fare grigliate in giardino? Il barbecue in muratura è senza ombra di dubbio la soluzione perfetta per grigliare ogni tipo di carne, pesce e verdure con i massimi risultati per una festa perfetta. Leggi la guida pratica per costruire un barbecue in muratura con il fai da te.

Barbecue in muratura

Dimensioni e dove posizionarlo

Innanzitutto stabilite che dimensioni deve avere il vostro barbecue in muratura e quanto volete che la struttura sia complessa. Dovete tener conto degli spazi di cui disponete, della quantità di persone in media che volete invitare alle vostre grigliate, quindi dall’uso che ne farete e anche a seconda delle vostre capacità manuali.

Se non avete mai realizzato opere in muratura vi conviene non puntare a strutture troppo complesse e di difficile realizzazione. Se proprio le opere di muratura non fanno per voi, progettate il vostro barbecue ma fatelo poi costruire a un muratore specializzato.

Se non sapete proprio da dove partire, vi conviene far realizzare sia il progetto che la struttura vera e propria del barbecue da tecnici specializzati in opere murarie da giardino. Oppure seguite le istruzioni in dettaglio che vi proponiamo in questa pagina web.

Diciamo che se volete costruire un barbecue abbastanza ampio da poter cucinare all’incirca per 15 persone, avrete bisogno di una piastra di cottura almeno di un metro per mezzo metro.

In questo caso possiamo usare blocchi di cemento che hanno dimensioni di 50 x 20 x 8 centimetri. Cerchiamo di tagliare meno blocchi possibili e disponiamo le varie file di mattoni in modo alternato. In questo modo riusciremo ad avere una struttura con una base di 116 cm x 75cm.

Costruire la base

Se volete costruire da soli il vostro barbecue in muratura, potreste partire da una struttura laterale in mattoni già pronta o tirata su da un muratore specializzato e poi finire voi stessi di costruire la struttura. Se partite da una base in muratura potete tirar su da voi i muri laterali con dei laterizi e della calce e così anche il muro centrale che costituisce il fondo del barbecue.

È importate rivestire tutto il barbecue con pietra naturale piatta, poi, alla base e ai lati, si possono aggiungere mattoni refrattari al calore che resistono quindi al calore del fuoco.

Poi si può prendere un tronco d’albero, per esempio di ginepro, e si può togliere la corteccia e levigarlo, poi trattarlo con un impregnante come l’olio di lino per renderlo resistente al freddo e al caldo e idrorepellente, oltre che per dargli un effetto lucido.

Con il tronco di ginepro si può fare la trave superiore del caminetto del barbecue, per dare un tocco rustico di grande effetto estetico. Si possono trattare allo stesso modo due travi di legno per costituire la cornice laterale. Una volta che è stata posizionata e montata tutta la struttura laterale e del fondo del barbecue, si può andare avanti con la costruzione del tetto.

Il tetto si può costruire in muratura e poi rivestire con tegole in cotto che danno un bellissimo effetto rustico e impediscono la dispersione del calore, così che i cibi si cuociano prima. È fondamentale ovviamente costruire anche un camino sul tetto per far sfiatare i fumi dei carboni e non trovarsi a respirarli mentre si cucina, affumicandosi da capo a piedi.

Posizionare il piano cottura

Il piano per la cottura andrebbe posizionato generalmente a un’altezza di 80-90 cm da terra, mentre il ripiano per la legna da ardere e i carboni può essere messo a un’altezza da terra di 20-30 cm, quindi sotto il piano cottura. In questo modo non solo non dovrete piegarvi troppo per prendere la legna da ardere, ma essa non sarà a contatto con l’umidità del terreno e si manterrà asciutta e secca, pronta per bruciare.

Dato che in realtà bisognerà realizzare anche una base in mattoni sul terreno che alzerà il livello del terreno di 10-15 cm, l’altezza effettiva da terra a cui dobbiamo costruire il piano di cottura del barbecue deve essere di un metro.

Volendo, sui lati della struttura si possono aggiungere anche altri piani di lavoro o nicchie per riporre le griglie, queste modifiche però rendono ovviamente la struttura un po’ più complicata da realizzare se non siete pratici del mestiere.

Gli attrezzi dei quali avrete bisogno per la costruzione del vostro barbecue in muratura sono: cazzuola, fratazzo, bolla, squadra, mazzetta, carriola, badile, filo a piombo, fil di ferro, pinza per tagliare il fil di ferro,  martello, dei chiodi, sega per segare il legno, un metro, un flessibile dotato di disco per il ferro e anche di disco per la pietra. Oltre a questi attrezzi da lavoro avrete ovviamente bisogno del materiale su cui lavorare.

Materiale da acquistare

Il materiale che vi serve per costruire con il fai da te il vostro barbecue include il betoncino, la ghiaia, una rete elettrosaldata oppure dei ferri sottili per la muratura, altri ferri che vi consentano di reggere e fissare la prima fila di blocchi di cemento, assi di contenimento.

Per la struttura verticale, avrete invece bisogno di mattoni oppure blocchi di cemento e di malta che vi consenta di unire i blocchi o i mattoni. Prima di acquistarli, calcolate bene quanta malta e quanti mattoni o blocchi di cemento vi serviranno per costruire il vostro barbecue.

Secondo il progetto fin qua illustrato, avrete bisogno di 30 blocchi in totale, ovvero di 6 piani di blocchi costruiti con 5 blocchi per ciascun piano. Dato che durante i lavori può capitare che i blocchi cadano e si scheggino, è prudente prendere un paio di blocchi in più da tenere di riserva. In quanto alla quantità di malta e di betoncino, vi serviranno all’incirca due o tre sacchi di malta e cinque o sei sacchi di betoncino.

Quando acquistate i blocchi di cemento prestate attenzione alle peculiarità di ogni tipo di blocco, perché dovrete acquistarne di tipi diversi a seconda dell’uso. Innanzitutto, è meglio che compriate blocchi lisci nella finitura, perché questo tipo di blocchi non ha bisogno del processo di rasatura dopo che i blocchi sono stati assemblati.

A parte questo, ci sono in generale tre tipologie di blocchi di cemento. I blocchi che sono divisi in tre sezioni e non hanno il bordo finito servono per essere messi in mezzo ad altri blocchi per la costruzione del muretto.

I blocchi divisi in tre sezioni che hanno il bordo finito servono per i blocchi che vengono messi sugli spigoli. Il terzo tipo di blocchi che presenta due sezioni e bordo finito è pensato per essere tagliato a metà e viene impiegato come testata.

In realtà tutti i tipi di blocchi possono essere lavorati in modo diverso per essere adattati a ogni utilizzo, ma certo questo richiede un po’ più di lavoro e pazienza.

Barbecue prefabbricati

Se trovate che costruire il barbecue in muratura a partire da zero sia troppo complicato, potete comprarne di già pronti prefabbricati che vanno semplicemente acquistati e installati. Esistono moltissimi modelli facili da reperire in commercio, che in molti casi possono essere acquistati anche online e vi arrivano direttamente a casa insieme agli operai che lo installeranno.

Se comprate un barbecue in muratura già pronto da un negozio specializzato il vantaggio per voi è che da subito avete ben chiare le dimensioni e l’effetto finale della costruzione, mentre se lo costruite a poco a poco dovrete immaginarveli man mano.

La griglia permette di far defluire il grasso che cola dagli alimenti in modo tale che la grigliata sia salutare e poco grassa. Esistono svariati modelli presenti in commercio. I più classici e sicuramente più funzionali per la cottura dei cibi alla griglia sono quelli che funzionano con legno e carbonella.

Un’alternativa è costituita dai barbecue in muratura a gas, che dispongono di una bombola che alimenta la fiamma. In questo caso però è un po’ come avere un grosso fornello all’aperto, perché le carni, il pesce e le verdure, se cotte con barbecue a gas, non assumono l’odore tipico della brace che solo legna e carboni possono dare. Anzi, per i veri buongustai, la scelta del tipo di legna è fondamentale per dare ai cibi un aroma diverso di volta in volta a seconda dei gusti di ognuno.